Back

Uomini liberi che fanno libera impresa…

Il signore al quale ho dedicato la copertina di queste poche righe si chiama GAETANO SANTAMARIA AMATO, di mestiere fa il Sostituto Procuratore Generale di Milano.

Aggiungo che ha  dimostrato di essere  persona illuminata e innamorata della “GIUSTIZA” intesa nel senso più alto del termine.

Nella requisitoria del processo che vede coinvolti Dolce e Gabbana ha sancito due importantissimi concetti, chiedendo l’assoluzione per gli imputati:

1) In una azienda vi sono persone che si occupano solo di stile (nel caso specifico lo fanno molto bene) e che non necessariamente devono essere considerate responsabili di tutto quanto avviene nella azienda medesima

2) Una impresa moderna è libera di andare a ricercare nel mondo il regime fiscale maggiormente conveniente strutturandosi di conseguenza, sempre nel rispetto della normative.

Un duro colpo ai soliti tanti Pubblici Ministeri mossi da manie di protagonismo e da un insano sospetto nei confronti delle imprese e di chi fa impresa… soprattutto…

Ora speriamo che questi ultimi paghino le loro colpe per i danni indotti al brand  dalla loro (costosa) caccia alle streghe

Paolo