Back

SEI LA VITTIMA IDEALE ?

Ti chiamano a casa quando sta per iniziare la partita di Champions, quando stai per entrare in doccia o mentre addenti la prima forchettata di spaghetti,  tornato a casa dopo una giornata di merda al lavoro.

I maledetti Call Center…

Cliente SKY da un secolo (si chiamava ancora TELEPIU) ti propongono le offerte di benvenuto, spiegandoti cosa è SKY, poi la linea telefonica tutto compreso del loro partner, l’assicurazione sulla vita dei tuoi cari, la verifica se il cambio olio dell’auto te lo hanno fatto sorridendo, il voto “ da 1… a… 5”  il “molto soddisfatto – poco soddisfatto – per niente soddisfatto”

Poi arriva il gestore telefonico del maialino che ti illumina sul fatto che tutti gli altri ti rapinano con la loro bolletta.

Ultimamente  a romperti le balle spesso non è nemmeno più un operatore ma un maledetto computer che esordisce con uno squillante “BUONGIORNOOO “

Un bravo giornalista de “La Stampa”  ha  riunito in queste categorie tutti noi, vittime dei call center.

Vi riconoscete ?

LO STRANGOLATORE : con un semplice movimento del pollice soffoca sul nascere la telefonata. Se si tratta del telefono di casa alza e rimette giù. Senza rimpianto, senza compassione, senza la minima fiducia che comunque quell’offerta potrebbe essere interessante. Nella sua filosofia spicciola nessuno ti cerca per farti un favore.

IL PAROLACCIARO:  è colui (più raramente colei) che approfitta della condizione di anonimo remoto dell’ operatore di call center per investirlo, prima ancora che presenti l’ offerta, di una raffica indistinta d’ insulti di natura prevalentemente sessuale o, in subordine, riferibili al disordine morale di parenti o affini. Nulla di personale verso l’ incolpevole telefonista remoto, ma solo un necessario smaltimento d’insulti repressi da giorni e giorni.

IL GARANTISTA : snocciola articoli e codicilli secondo i quali quella telefonata sarebbe un attacco indebito alla sua sacrosanta privacy. Tenta d’intimorire l’ impassibile operatore con minacce di denuncia e intimazioni di cancellazione dei suoi preziosi dati personali dal data base dell’ azienda. Quello solitamente dice di si, ma poi lo richiama una settimana dopo.

IL POSSIBILISTA: non riesce a tagliare subito, ma compie lo sbaglio di ascoltare l’offerta nel dettaglio. E’ già compromesso, inutile tentare scuse del genere…”Devo sentire mio marito/moglie/socio ecc. Otterrà solo un successivo appuntamento telefonico a cui sarà ancora più difficile sottrarsi. 

L’EQUO E SOLIDALE : non può fare a meno di colpevolizzarsi per le condizioni di disagio sociale della persona che si sta guadagnando il pane in ragione della sua disponibilità a cedere. Tenta giustificazioni del tipo: “ho tanti amici che per bisogno fanno il tuo lavoro…Ti sono vicino, ma…” Diventa facile preda di ricatti emotivi su bimbi piccoli e fame.

LO SPAVENTATO : di solito ha già una genetica ritrosia al conflitto, nel caso di attacco telefonico è totalmente disarmato. Risponde a tutte le domande che gli vengono poste, rimpingua così senza alcuna resistenza il bottino d’ informazioni che già su di lui stanno circolando. La sua incertezza apre voragini incolmabili nel budget delle sue future bollette.

Il FIDUCIOSO:  Il suo numero telefonico è accompagnato da ben cinque stellette nei data base che si scambiano i call center. Per un innato ottimismo verso il genere umano è portato a credere che quelle persone, che così gentilmente lo chiamano a casa sua, siano realmente spinte da un generoso altruismo e vogliano farlo risparmiare. Accetta tutto, arriva pure a fare il/la provolone/a con chi chiama e da cui lo separano miglia marine, catene montuoso e steppe sconfinate. Tanta è la gioia che qualcuno si occupi di lui/lei che quasi quasi ci farebbe un pensierino.